Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for maggio 2009

Meglio Decidere INSIEME…? 

Vorrei riflettere sulle decisioni ed il legame con il TOYOTISMO, L’ISTITUZIONALISMO…

Forse è anche abbastanza evidente che nelle scelte di particolare importanza non si può fare a meno di decidere insieme: basti pensare alla vita di tutti i giorni,… abbiamo deciso insieme di sposarci, di avere un figlio e così via…

Oggi purtroppo in Italia si decide sempre meno “INSIEME”, dal settore istituzionale al settore organizzativo… e non ci rendiamo conto che in questo modo mettiamo in pericolo la qualità della nostra vita Sociale e Culturale…

Il “problema decisione”, infatti, riguarda non solo le grandi scelte, ma ogni scelta perché non è tanto questione di decidere quale sia la cosa migliore per noi o per la nostra società, quanto di tradurre in un concreto stile/modalità di vita un aspetto che costituisce l’essenza della stessa realtà sociale: l’unità degli individui. Tale unità, infatti, non si esprime solamente avendo momenti o ambienti comuni, ma più profondamente ed autenticamente, condividendo, mettendo se stessi con e nell’altro, per realizzare l’unità.

 Una domanda mi sorge spontanea come direbbe il grande Lubrano…

Perché gli altri Paesi riescono a parlare di Unità?

Come si fa, praticamente, a decidere insieme?

Secondo me bisogna mettere in comune ciò che si pensa, che si sente, ascolta e considerando allo stesso tempo con attenzione ciò che l’altro dice, la sua posizione. Dobbiamo partire dall’idea che l’obiettivo finale non è convincere l’altro della bontà delle proprie idee, ma arrivare insieme ad una soluzione salvaguardando l’essenziale, ossia la buona relazione tra noi. Mettendo al centro dell’interesse il noi, ne scaturisce che arriviamo a prendere una decisione che potrebbe non essere oggettivamente la migliore, ma si è rimasti in quel clima d’accettazione e fiducia reciproca che fa crescere l’unità tra noi molto più della decisione stessa, per quanto buona possa essere. La decisione migliore che possiamo prendere, al di là di quale sia il problema da risolvere, è sempre quella presa insieme, perché le decisioni magari oggettivamente migliori, ma prese da soli, servono solo a risolvere una situazione concreta, ma limitata a se stessa.

Sarà vero?

Annunci

Read Full Post »

In questo mio intervento voglio riflettere su un determinato aspetto, voglio concentrarmi su Schein, sugli artefatti o semplicemente le strutture tecniche e logistiche che influenzano molto la qualità dell’apporto degli appartenenti…

Quando entrai in questa grande azienda Cinese mi accorgevo che da nessuna parte, nemmeno negli uffici c’era un orologio… il Tempo non Esisteva, forse perché gli operai erano talmente abituati ad orari assurdi, un turno 12ore! Si entrava quando il sole si alzava e si usciva quando il sole tramontava…

Mi chiedevo cosa fosse diventato per Shin Chun Shen (l’operaio che mi seguiva sempre) il tempo.. che significato aveva il tempo nella sua vita?

L’orologio che non esiste è sicuramente un artefatto… che ci spiega che bisogna dare tutto per l’azienda… L’azienda prima di tutto, prima di noi, non c’è tempo all’interno dell’azienda, anzi il tempo è tutto per l’azienda.

Mentre nelle organizzazioni italiane il tempo “è in prima linea” C’è un orologio affisso da qualsiasi parte!!!!

“Prendiamo 10 minuti di pausa..?

Alle 5 andiamo a casa.. anzi no, oggi me ne vado alle 4 e mezzo…

A che ora vai a lavoro? Alle 8 “dovrei essere in ufficio…” ma poi arrivo sempre alle 8:30”

Tipiche espressioni italiane che ci raccontano, che ci rappresentano…

Read Full Post »

Sapete che in Cina c’è il ponte più lungo del mondo, è davvero spettacolare!! 37Km di ponte che parte da Ningbo ed arriva a Shanghai!  

e vi dirò di più…

E’ attraversato da 45 mila auto ogni giorno, ha 6 corsie, 3 per ogni senso di marcia ed è costato quasi 2 miliardi di dollari.

La cosa che mi ha colpito e credo che colpirà anche voi, è il fatto che ci sono voluti solo 5 anni dalla scelta del progetto migliore alla REALIZZAZIONE!

Inoltre se pensiamo che la baia su cui è stato costruito è battuta da continue maree e tifoni il  tutto appare ancora più straordinario, quindi ci sono state molte difficoltà per gli operai coinvolti nella costruzione ma nonostante ciò, il ponte è stato consegnato nei tempi stabiliti, anzi in anticipo, l’inaugurazione c’è stata il 1 maggio 2008 quasi per festeggiare con noi italiani il Lavoro ed i lavoratori nonostante in Cina questa festa non ricorre…

Hanno voluto festeggiare anche loro questi 5 anni di lavoro per la costruzione del ponte o ci hanno dato una dimostrazione di Organizzazione e Cooperazione?

Sapete ora stanno realizzando un’altra grande impresa un treno superveloce che affiancherà il ponte, i lavori sono iniziati nel 2008 e finiranno nel 2010, quando da noi si ultimerà “FORSE” la Salerno Reggio – Calabria un cantiere aperto da decenni! (per fortuna dovevano essere solo lavori di ristrutturazione)

Read Full Post »

Nel 2007 quando ho intrapreso questo mio nuovo percorso di studi ho spiegato a mio padre che mi sarei iscritto alla facoltà di Sociologia presso l’Università degli studi di Salerno…

Da allora cominciai ad intraprendere il mio percorso verso la Sociologia verso lo studio come citano i “libri” scientifico della società!

Per non mollare e convincermi che la Sociologia fosse la mia unica ragione di vita ho letto Peter Berger…

“…Avete presente quando, passando con un treno, vi soffermate a riflettere e curiosare con l’immaginazione tra le luci delle case che veloci vi scorrono davanti agli occhi? E magari cominciate a pensare quali vite quelle luci illuminano? Quali lavori o quali discussioni stiano facendo le persone che vivono in quelle case? Quali relazioni intrecciano i membri di quelle famiglie?…” Per Berger lo spirito del sociologo nasce da questa curiosità, da questo “interesse appassionato, inesauribile, sfacciato per i fatti degli uomini”. Berger

Oggi voglio entrare nella Struttura, voglio riflettere sul Senso, voglio andare oltre…

Read Full Post »